Monday, May 22, 2017

Sic semper vardasci



Ieri sera gli alunni e le alunne del Liceo classico e linguistico "G. Leopardi" di Macerata hanno recitato una versione moderna dell'Antigone e l'hanno fatto utilizzando la lingua italiana, latina, greca, inglese, spagnola, francese, tedesca e cinese. Complimenti vivissimi, grandi tutti/e. Il futuro è vostro, il futuro sarà una figata.

L'arte è donna?


Di questo fine settimana a Bologna...



Il teatro e l'altro come risorsa


加油!


Friday, May 19, 2017

Il classico 3 x 2


La terra balla? Balla la terra!



"Quando un evento naturale riesce nella sua potenza distruttiva a togliere le certezze su cui poggiamo la nostra esistenza, come la casa, gli affetti, il lavoro, i beni materiali e immateriali, ci rendiamo conto di come sia difficile poi ripartire, ricostruire e tornare alla normalità. Se per ricostruire servono persone, istituzioni, leggi adeguate, per rinascere e riabitare servono interventi sulle persone e sui soggetti piuttosto che sugli oggetti. E’ in questa direzione che il Comune di Preci intende operare cercando nelle radici, nelle tradizioni, nella cultura, nei valori identitari della comunità un appiglio solido, fermo, profondo per poter riconoscersi e condividere insieme i valori comunitari. Un’azione che è prima di tutto una Ricostruzione della cultura dei luoghi."

Fonte:
https://www.facebook.com/events/417177822001835

北冰洋 L'aranciata gassata pechinese


Thursday, May 18, 2017

Scambio linguistico cinese-italiano e giochi della tradizione cinese

Quarto incontro di scambio linguistico cinese-italiano organizzato dalla Classe Confucio del Liceo "G. Leopardi" di Macerata questa sera alle ore 21 presso i locali del CreaHub. Come lo scorsa settimana, questa sera oltre alle "chiacchiere" in italiano e cinese ci si divertirà con giochi tipici della tradizione cinese: mahjong, jianzi, dadi e scacchi cinesi. Gli incontri sono gratuiti e aperti a tutti, non mancate!

Info:
https://www.facebook.com/events/1294235617299083

Wednesday, May 17, 2017

Paese che vai, bigliardino che trovi...


Indescrivibile.


Tratto da "Elegie duinesi" di Rainer Maria Rilke 

La droga come noia e la metanfetamina tra i figli di immigrati cinesi in Italia

“Lascia la scuola dopo appena due anni di superiori. Passa tutto il suo tempo libero con un proprio ristretto giro di amici, oppure chiuso in camera a giocare ai videogiochi preferiti online. Alla droga arriva nel tentativo di cercare sollievo alla pressione che si sente addosso da quando è in Italia. Ma si rende conto che lo sta indebolendo troppo. “Devo tornare in Cina”, mi racconta, “solo lì riesco a disintossicarmi”. Gli chiedo perché – e la risposta è molto diversa da quel che pensa sua madre: “Io ho iniziato a usare sostanze nel mio villaggio, quando ero ancora alle medie. Lo facevano in tanti: ormai di ragazzi della mia età lì ce ne sono rimasti pochi. Adulti quasi non ce ne sono, sono tutti vecchi. La gente sta tutta qua in Europa ormai. Ci annoiavamo da morire: è un villaggio di campagna, non c’è assolutamente niente da fare. Così noi ragazzi abbiamo cominciato a organizzarci da soli. I più grandi bevono, si ubriacano. Ma i ragazzi preferiscono le paste: extasy (摇头丸 yaotouwan), ketamina (K粉K fen), e poi ice (冰毒 bingdu), la metanfetamina in cristalli. È di quella che ho bisogno. Qui non so dove trovarla, mentre là ce n’è tanta e costa poco. Per questo devo tornare: mi aiuta a superare l’astinenza da eroina. Non riesco a farcela senza. Questo però non lo dire a mia mamma, lei non capisce”.”

Fonte:
“Le nuove dipendenze tra i giovani cinesi d’Italia: tracce di un disagio nascosto?” di Daniele Cologna
https://www.twai.it/magazines/sopra-un-unico-cielo-la-politica-spaziale-di-pechino/

Tuesday, May 16, 2017

Diario di un prof.: lezioni di razzismo.

A scuola e non solo va di moda far fare agli studenti le certificazioni linguistiche. Sono esami fuori dai corsi curricolari dove si assegnano ai meritevoli titoli riconosciuti internazionalmente sui livelli di competenza linguistica. Avrete sicuramente sentito parlare del FIRST o del TOEFL o del IELTS per la lingua inglese, il TEF per il francese, il DELE per lo spagnolo, ecc... Per il cinese esistono il YCT (acronimo di Youth Chinese Test) e il famigerato HSK (acronomico di 汉语水平考试). Non starò qui a dire cosa penso delle certificazioni linguistiche, né a disquisire sulla loro natura o utilità.

Come docente di lingua e cultura cinese mi capita annualmente di fare da esaminatore alle prove scritte di YCT e HSK in diverse sedi. Quest'anno ero a scuola come esaminatore per gli alunni che sostenevano il YCT livello 1 (base). Questo test è composto da una parte d'ascolto (una voce che esce dal computer descrive una situazione e l'alunno deve mettere una crocetta sull'immagine che più si avvicina al contenuto del messaggio) e da una di lettura e comprensione.

Gli alunni che sostenevano l'esame erano quattro o cinque, tutti sui 14 o 15 anni di età. Va detto che il test è internazionale è programmato a tavolino da un gruppo di esperti a Pechino, immagino per lo più cinesi. Quest'anno la prima domanda audio recitava così: 你是中国人吗 che significa "Sei cinese?". 中国人 però significa "cinese" come nazionalità (quella della Repubblica popolare cinese) e non come etnia o cultura. Per capirci, un cinese di Taiwan non è 中国人, come non lo è un americano di origine cinese.

Le immagini proposte tra le quali scegliere erano tre: bambino con gli occhi a mandorla; ragazza di colore; bambina bianca con capelli ricci biondi.

Insegnare nel 2017 a degli alunni appena adolescenti che ad una nazionalità corrisponde una determinata etnia non vi sembra razzista e antistorico?! Non è come educare al "Non ci sono negri italiani", che per quanto assurdo e non condivisibile può al massimo andar bene come radicale presa di posizione politica o striscione razzista da esporre nelle curve degli stadi?! 

Si curava bevendo il vino cotto


Tratto da "La scuola si diverte", di Virgilio Budini

Civitavecchia (RM). Su una nave crociera con gli alunni due giorni dopo la condanna definitiva a 16 anni di reclusione per Francesco Schettino...



Monday, May 15, 2017

Buon compleanno Ecomuseo!

 
Il prossimo fine settimana l'Ecomuseo di Villa Ficana a Macerata spegne la prima candelina. Qui sotto il programma per i festeggiamenti:

SABATO 20 MAGGIO
ore 18.00 - 24.00 ~ Apertura centro visite Ecomuseo e mostra fotografica "Riparti dai Sibillini" ~ ingresso gratuito

Ore 19.00 ~ #RipartidaiSibillini: il progetto, la sua evoluzione. Presentazione a cura del food blogger Luca Tombesi

Ore 21.30 ~ "Storie e leggende del borgo" ~ Visita guidata al chiaro di luna ~ evento gratuito

DOMENICA 21 MAGGIO
ore 16.00 - 19.00 ~ Apertura centro visite Ecomuseo e mostra fotografica "Riparti dai Sibillini" ~ ingresso gratuito

Ore 19.00 ~ "Buon compleanno Ecomuseo Villa Ficana: festeggiamo insieme il primo anno di attività" ~ Presentazione dei progetti in corso e di quelli futuri ~ ingresso libero ~ aperitivo finale

Sunday, May 14, 2017

四君子 I fiori delle quattro stagioni nella cultura cinese


Orchidea (primavera)


Bamboo (estate)


Crisantemo (autunno)


Susino asiatico (inverno)


Fonte:

Jacques Lacan e il cinese

"Mi sono accorto di una cosa: forse sono lacaniano solo per aver studiato un po' di cinese in altri tempi"

Jacques Lacan ad un seminario negli anni sessanta

Ancora quell'idea secondo la quale "Non ci sono negri italiani"